Centro di distribuzione: come eliminare gli errori e ridurre i tempi di consegna

I centri di distribuzione svolgono sempre più un ruolo fondamentale nell’efficienza e nella produttività delle imprese. La loro importanza è incrementata ulteriormente per gli effetti della pandemia, che hanno portato le aziende ad offrire servizi e-commerce ai propri clienti. Le spedizioni di prodotti dall’impresa al cliente sono aumentati notevolmente, e con essi, conseguentemente, anche il carico di lavoro che i centri di distribuzione devono essere in grado di gestire.

Tenendo conto che negli ultimi anni il passaggio dai magazzini “tradizionali” ai centri di distribuzione sta prendendo il sopravvento, cercherò ora di darti una panoramica di cosa sia esattamente un centro di distribuzione e di come il medesimo si distingue dal magazzino tradizionale.

Conosci cos’è esattamente un centro di distribuzione?

Il centro di distribuzione è un elemento centrale della supply chain aziendale. Esso si occupa infatti di svolgere la funzione di ricevimento, smistamento e consegna degli ordini che gli vengono impartiti. Quando pensi ad un centro di distribuzione, tuttavia, non devi pensare ad un mero magazzino tradizionale.

A differenza di quest’ultimo, che si concentra principalmente sullo stoccaggio della merce e sulla preparazione degli ordini, il centro di distribuzione mette in primo piano l’efficienza del processo di ricevimento, gestione e spedizione della merce, alla ricerca di soluzioni che vadano a ridurre al minimo il tempo di gestione degli ordini. Spesso i centri di distribuzione, per aumentare la qualità dei propri servizi, si dotano di tecnologie molto innovative. Non mancano, infatti, centri che sono dotati di sistemi che sfruttano l’intelligenza artificiale per lo smistamento della merce.

Il centro di distribuzione come esternalizzazione di funzioni

Come avrai probabilmente intuito, il centro di distribuzione rappresenta per molte imprese un esternalizzazione delle proprie funzioni, cioè l’affidamento ad un ente esterno dello svolgimento di alcune funzioni che l’impresa anteriormente effettuava in modo autonomo. Per farti un esempio, se tu fossi il titolare di un’impresa che produce computer e offrissi un servizio di consegne a domicilio avresti due scelte: la prima, è quella di gestire il ricevimento e la consegna degli ordini del cliente in autonomia, la seconda è di affidarti a una impresa esterna.

Ovviamente, la scelta più conveniente tra le due soluzioni non è uguale per tutti, dipende dalla tipologia di attività e dalla struttura aziendale. Ciò che sicuramente ti posso dire è che nel caso di gestione autonoma dovrai dedicare parte dell’organico dell’impresa alla gestione degli ordini, con evidenti spese dovute alla retribuzione del personale aziendale e allo spazio dedicato al magazzino; nel secondo caso, cioè dell’esternalizzazione mediante un centro di distribuzione, dovrai ovviamente pagare un corrispettivo periodico, ma avrai la certezza che il servizio di consegna e gestione degli ordini sarà di ottima qualità e svolto in tempi ridotti rispetto a quelli di una gestione totalmente autonoma.

Come è strutturato un centro di distribuzione

Se vuoi conoscere come funziona un centro di distribuzione, devi innanzitutto sapere che nella maggior parte dei casi essi si basano su una divisione della struttura in due zone: la zona di ricevimento e la zona spedizioni.

Nella zona di ricevimento vengono classificate e suddivise per reparti le nuove merci entrate in giornata; nella zona spedizione, invece, si prepara la merce alla consegna, suddividendola in base alla destinazione e ai corrieri. In questa zona si svolge inoltre la vera e propria fase di carico della merce sui camion o furgoni dedicati alla consegna, la quale viene svolta sia manualmente che attraverso macchinari appositi e muletti.

Talvolta, sopratutto nei centri di distribuzione più grandi, è prevista anche la cosiddetta baia di stoccaggio cioè una zona nella quale i prodotti che stanno transitando tra la zona di ricevimento e quella di spedizione vengono temporaneamente depositati. In realtà, la necessità di ridurre i tempi di consegna sta portando la baia di stoccaggio a lasciare spazio ad altre metodologie, come ad esempio l’utilizzo di nastri trasportatori automatici e, in generale, di macchinari maggiormente innovati.

Come funziona un centro di distribuzione

Come potrai immaginare, i centri di distribuzione, poiché lavorano per varie imprese, ricevono prodotti di ogni tipologia e che devono essere destinati in tempi rapidi a diverse città o località. Per questo motivo, ogni singola fase operativa deve essere ben definita e organizzata, in modo tale che se vi dovesse essere un errore nel processo produttivo sarebbe più agevole risalire a quale fase della catena di produzione presenta degli errori e correggerla in corso d’opera.

Le principali fasi operative sono quattro e potremmo definirle come: ricevimento, stoccaggio, picking, spedizione.

Nella prima fase vengono ricevute le merci provenienti dai fornitori e dagli altri centri. In questa fase viene quindi svolto il lavoro di scarico della merce dai camion, le quali vengono trasportate temporaneamente in apposite zone del centro di distribuzione.

La seconda fase, lo stoccaggio, è quella in cui le merci vengono suddivise in base alla loro futura destinazione e alla loro tipologia (alcune potrebbero richiedere, ad esempio, di essere conservate a temperature più basse). Questa fase, come potrai immaginare, viene svolta nella zona che ti avevo precedentemente descritto come zona di ricevimento.

La terza fase, quella di picking, è in realtà strettamente correlata con quella precedente. La differenza è che in questo caso si pone maggior attenzione sulla suddivisione materiale della merce, che spesso viene riposta in giganteschi scaffali. Per schematizzare, puoi immaginare che mentre nella seconda fase la merce viene classificata, nella fase di picking viene riposta in appositi scaffali proprio in base alla precedente classificazione.

Per ultimo si tratterà di spedire la merce alla destinazione indicata dai fornitori. Questa è la fase di spedizione, la quale consiste nello spostamento materiale delle merci dal centro di distribuzione ai camion o furgoni che si occupano della consegna.

Le quattro fasi che ti ho descritto sono ovviamente un riassunto del funzionamento di un centro di distribuzione. Nella pratica, ognuno ha le sue caratteristiche peculiari volte a tentare di rendere il medesimo più performante degli altri. Si tratta del classico gioco di “lotta” alla concorrenza.

Uno dei punti più importanti, da questo punto di vista, è affiancare alla gestione un software gestionale di prima qualità. Anche in questo settore, infatti, l’innovazione la fa da padrone. Se sei in grado di automatizzare, attraverso l’uso di software, la maggior parte delle funzioni, avrai un vantaggio competitivo immenso.

Il centro di distribuzione non si occupa solo di distribuzione

Se pensi che l’attività del centro di distribuzione sia “solamente” quella di ricevere e consegnare le merci, dovresti sapere che in realtà non è esattamente così.

I centri di distribuzione differiscono dai semplici magazzini anche perché svolgono delle ulteriori funzioni, che seppure sempre legate al concetto di distribuzione delle merci, garantiscono a chi fa affidamento sui centri dei servizi ulteriori.

Uno dei servizi sui quali puoi contare è quello di imballaggio dei prodotti. L’impresa che si affida a un centro di produzione può infatti anche affidare la fase dell’imballaggio delle merci, in modo tale da non doversi preoccupare nemmeno della fase di packaging. Devi sapere, infatti, che il packaging, cioè imballare secondo determinate regole e stili i propri prodotti è una presentazione fondamentale nei confronti del cliente, il quale, di fronte ad un prodotto ben impacchettato, avrà sin da subito un’impressione positiva dell’azienda mittente. Per questo motivo, molte imprese delegano tali compiti al proprio centro di distribuzione.

Talvolta il centro si occupa, inoltre, di apportare piccole modifiche alla merce, ad esempio allegando volantini o piccoli kit alle merci provenienti da un fornitore che li richiede.

Spero di esserti stato di aiuto!

In questo breve articolo ho cercato di darti alcune indicazioni riguardo a quali servizi sono in grado di offrirti i centri di distribuzione e in che modo gli stessi lavorano e vengono strutturati. Come avrai probabilmente intuito, anche in questo settore efficienza e innovazione avanzano di pari passo.